itenfrdeptrues

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Nel comprensorio di Zafferia precisamente vicino ai borghi di Monalla e la Cuba, sorge l’antica Chiesa di S.Nicolò di Bari, posta sulla sponda sinistra del torrente Zafferia. La data di costruzione di questo edificio risale al 1308 come viene riportato nel documento di Pietro Sella in Rationes Decimarum Italie. Originariamente la Chiesa si presentava con un’unica navata con copertura a volta, tipica struttura destinata alla liturgia orientale. Di seguito si stabilirono i basiliani fino al 1500. Importante il portale del tardo barocco in pietra calcarea, capitelli corinzi, colonne di notevole pregio e gli affreschi di Letterio Paladino. La Chiesa venne utilizzata normalmente fino al terribile terremoto del 1908, dove subì gravi danni. L’interesse alla salvaguardia, di quello che il terremoto aveva risparmiato da parte della divisione delle Belle Arti e la Regia Soprintendenza all’arte medievale, finì dopo l’inaugurazione della nuova Chiesa parrocchiale del 1930.Oggi rimane ben poco di quello che un tempo poteva essere di notevole interesse storico culturale.

 

 

Fonte Bibliografica (Foto e Testi)

www.parrocchiazafferia.it

Google Maps

Commenta (0 Commenti)

Valutazione attuale: 2 / 5

Stella attivaStella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nel Comune di San Fratello della Provincia di Messina, va in scena la rappresentazione dell'insorgenza del demoniaco e del caos temporaneamente determinato dalla morte del Cristo è evidente nelle maschere dei giudei che nei giorni del Mercoledì, Giovedì e Venerdi precedenti la Pasqua percorrono le vie dell'abitato saltando. correndo, esibendosi in acrobazie, infastidendo i passanti, cantando e rumoreggiando con catene e squilli di tromba e disturbando il solenne svolgersi dei riti e dei cortei processionali. I giudei, perlopiù impersonati da giovani uomini, indossano, a rimarcare la loro alterità, una sorta di divisa, riccamente lavorata con ricami di seta e perline di vari colori, in cui prevalgono il rosso e il giallo. Sui capo recano un cappuccio di stoffa rossa sovrastato da un elaborato elmetto sul quale, tra l'altro, sono presenti pennacchi, pelli di coniglio o pecora e dipinti motivi tratti dalla simbologia cristiana o popolare: croci, pesci, cuori, aquile, falci di luna. corni rossi. Il Mercoledì Santo, nel pomeriggio, a partire dalla chiesa del SS. Crocifisso si svolge la processione della Pietà. Il Giovedì santo si celebra una sacra rappresentazione dell'ultima cena. II Venerdì santo, al mattino, si svolge una processione del SS. Crocifisso con inizio e termine presso la chiesa di San Francesco. Nel pomeriggio dalla chiesa di San Nicola si avviano i misteri ossia il simulacro della Madre Addolorata, portato a spalla dai babbaluti, quello dell'Ecce Homo e quello del Cristo nell'urna in direzione della chiesa di San Francesco. Frattanto, da questa, il Crocifisso si affaccia portandosi sullo slargo antistante. Qui, con grande commozione di popolo, avviene l'incontro tra il Cristo e la Madre. Celebratosi l'incontro, la processione con tutti i simulacri si avvia lungo le strade del centro storico giungendo infine presso la chiesa di San Francesco ove ha luogo la separazione. spartenza, tra il Cristo e la Madre. La Domenica di Pasqua si assiste, infine, all'incontro tra il Cristo risorto, che si parte dalla chiesa di San Nicola, con la Vergine, che si avvia datia chiesa del Crocifisso. Madre e Figlio si incontrano nella piazza principale correndosi incontro tra il giubilo dei fedeli. 

 

 

Fonti bibliografiche foto e testi

www.pasqualions.wordpress.com

www.siciliainfesta.com          

www.pasquainsicilia.it

Feste Fiere Mercati (Provincia Regionale di Messina) - EDAS Messina1992

Fondazione Federico II (Pa)

Pro Loco San Fratello

 

Commenta (0 Commenti)
© 2017-2020 Associazione Culturale Insidemessina. All Rights Reserved. Powered By S@lvo -Termini e condizioni d'uso -

Follow Us

Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account