itenfrdeptrues

Gli antichi sentieri della Via Francigena nella provincia di Messina: Il sentiero “Coda di Volpe”

Valutazione attuale: 2 / 5

Stella attivaStella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il sentiero “Coda di volpe” (N. 251 C.A.I.) collega il Santuario della Madonna del Tindari e la Riserva di Marinello con una vista mozzafiato sul Golfo di Patti, sulle Isole Eolie, sul Capo Milazzo e sulle coste della Calabria.

Esso ha rappresentato anticamente la via preferenziale per collegare il porto di Marinello all’antica città di Tindarys.

Successivamente il tratto è stato utilizzato come via di pellegrinaggio al santuario della Madonna Nera.
Il sentiero è in parte pavimentato in pietra, in parte sterrato con frequenti strutture a gradini e per un brevissimo tratto risulta sconnesso. Il suo tracciato è molto ripido ma il panorama osservato ripaga ampiamente della fatica.

SCHEDA TECNICA
Località: Tindari/Marinello

Comune: Patti

Provincia: Messina

Lunghezza percorso: 1,2 km
Dislivello: 232 m (da 236 a 4 m. s.l.m.)

Tempo di percorrenza: 1 h in salita, 40 minuti in discesa
Coordinate inizio percorso: 38°08'28'' N -15°02'49'' E

Coordinate fine percorso: 38°07'42'' N - 15°03'33'' E

Difficoltà: E, escursionistica (3/10)

ItindariPatti CodadiVolpe Marinello

 

 

 

 

 

 

 

 

norma inside

 

© 2017-2021 Associazione Culturale Insidemessina. All Rights Reserved. Powered By S@lvo -Termini e condizioni d'uso -

Follow Us

Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account